Gazpacho all’anguria con robiola e briciole di tarallo al basilico

Gazpacho

Buon venerdì!

Eh sì, le giornate volano e siamo già arrivati alla fine della settimana, nel mio caso si sente tutta…ovviamente parlo della stanchezza e della voglia di vacanza 🥴.

Menomale che con questo caldo mi organizzo con piattini freddi e veloci da preparare…se possibile anche leggeri, come questo.

E’ la seconda proposta, come avrete capito, di antipasto senza cottura per la rubrica di luglio. Cosa serve per prepararlo? Solo un frullatore! Fico no?

I miei ragazzi insistono sempre perchè in estate prepari il gazpacho, lo adorano. Era da tempo che volevo provare questa versione con l’anguria e non mi ha deluso…aggiunge una nota dolce molto gradevole.

Per renderlo un signor antipasto ho pensato a delle semplici quenelles di robiola e a delle briciole croccanti di tarallo semplicementre frullate con del basilico fresco…facile facile.

Tempo di preparazione? 10 minuti…e poi non ditemi che non vi penso…😁

Avanti con i frullatori!!!

Gazpacho all'anguria

Ingredienti per il gazpacho all’anguria (6 persone):

  • 500g di anguria già pulita e senza semi
  • 2 pomodori maturi ramati
  • 1/2 peperone rosso
  • 1 cipollotto piccolo
  • Basilico fresco
  • Qualche goccia di tabasco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 1 fetta di pane rustico senza crosta
  • 200g di robiola fresca
  • 1 manciata di taralli
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

Procedimento:

  1. Tagliate l’aguria pulita a pezzetti e mettetela nel bicchiere del frullatore.
  2. Aggiungete il peperone anch’esso sminuzzato, i pomodori a cui avrete tolto i semi (se non vi piace l’dea della buccetta potete sbollentarli per qualche istante e pelarli, a vostro gusto) a pezzi, il cipollotto affettato, qualche foglia di basilico, un giro d’olio, l’aceto, qualche goccia di tabasco a vostro piacimento, sale e frullate il tutto (aggiungete acqua se è necessario per regolare la consistenza del gazpacho.
  3. Unite il pane spezzettato e frullate nuovamente, in questo modo il gazpacho prenderà corpo.
  4. Conservate il gazpacho in frigorifero fino a prima di servirlo, va gustato ben fresco.
  5. Ricavate delle quenelles dalla robiola e sistematele delicatamente sul vostro gazpacho all’anguria, tritate nel mixer i taralli con qualche foglia di basilico e distribuite sul gazpacho subito prima di servire.
  6. Guarnite a piacere con fiori eduli e foglioline di basilico fresco.

Gazpacho all'anguria e robiola

Ricetta: Gazpacho all’anguria con robiola e briciole di tarallo al basilico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *