Pollo in agrodolce…ma come dico io!

E’ più forte di me, continuo a comprare libri di cucina etnica tipo thai o ricette col wok e rapita dalle bellissime immagini mi riprometto di provarle tutte, poi leggo gli ingredienti che per il 50% sono irreperibili nella mia dispensa e nei comuni supermercati per cui desisto e rimetto il variopinto volume nello scaffale della mia libreria.
Ma tornata dalle vacanze si è fatta sentire di nuovo la mia voglia di cimentarmi col wok per cui ho deciso di sostituire/omettere gli ingredienti astrusi con altri più comuni…non sarà come l’originale ma è comunque delizioso…provare per credere!! Vi lascio il primo esperimento, un pollo in agrodolce alla mia maniera!
La lista della della spesa per 2/3 persone:
– 250g di pollo tagliato a cubetti
– 2/3 cucchiai di olio di semi
– 1/2 spicchio di aglio pestato
– 1 cucchiaino di radice di zenzero grattugiata
– 1 peperone verde tagliato a pezzetti
– 1/2 cipolla tagliata grossolanamente
– 1 carota piccola tagliata a fette sottili
Per la marinata:
– 1 cucchiaio di salsa di soia
– 1 cucchiaino di vino bianco
– 1 pizzico di pepe bianco
– 1 pizzico di sale
– 1 cucchiaino di olio di semi
Per la salsa:
– 4 cucchiai di aceto di vino bianco
– 2 cucchiai di zucchero
– 1 cucchiaio di salsa di soia
– 3 cucchiai di ketcup
1) Mescolare gli ingredienti della marinata in un recipiente ed unirvi i pezzetti di pollo, lasciare marinare per almeno 20-30 minuti
2) Preparare la salsa: scaldare in un pentolino l’aceto, lo zucchero, la salsa di soia e il ketchup, mescolare bene finchè lo zucchero sarà ben sciolto, mettere da parte
3) Scaldare nel wok preriscaldato un cucchiaio abbondante di olio di semi e rosolarvi il pollo scolato dalla marinatura finchè non sarà ben dorato. Mettere da parte.
4) Sempre nel wok aggiungere l’olio rimanente e soffriggervi l’aglio e lo zenzero, aggiungere le verdure e cuocerle per alcuni minuti. Unirvi il pollo e cuocere ancora per qualche istante, infine versare la  salsa e mescolare. Servire

23 commenti su “Pollo in agrodolce…ma come dico io!

  1. Ciao Ambra bella!!!!
    Mi capita esattamente la stessa cosa con i libri di cucina etnica, ne sono affascinata ma poi non riesco mai a provare le ricette!!!! Proverò questo tuo pollo!!! ;)
    Un abbraccio e a presto!!!!

  2. E' vero tesoro capita spesso anche a me di farmi affascinare da certe ricette che poi è impossibile riprodurre però chi ferma una food blogger :D quindi ecco qui una ricetta saporitissima e riadattata alla grande!!TVBBBBBBBBB amica mia sempre!!
    Imma

  3. mannaggia, invece qua da me non piace questo genere di cucina…ed io non posso sempre fare per me sola…vorrà dire che mi autoinviterò da te, ahahahah!
    Buon fine settimana

  4. Ciao Ambra, a chi lo dici .. pensa che tramite un amico indiano mi sono fatta spedire 2 libri di cucina direttamente dall'India! Gli ingredienti con un po' di pazienza si trovano, a volte mi capita di trovarmi davanti a dei negozi etnici super forniti, il problema è però ricordare ciò che mi serve … uff =_=

  5. Ti capisco benissimo! anche io sono piena di libri di cucina etnica perchè mi fa letteralmente impazzire, ma tutte le volte che li sfoglio riesco a provare solo quelle ricette i cui ingredienti si trovano con facilità… tutte le altre sono off-limits! Un vero peccato! Questa tua versione del pollo in agrodolce però non ha nulla da invidiare a quelle dei libri!!
    La proverò al più presto ;)
    Buon week end
    Erika

  6. Quanto è vero Ambra! Ma la bravura di chi sta ai fornelli è proprio questa: riadattare, aggiustare, integrare…rifare! Questo pollo ispira anche chi non ama la cucina orientale. Bravissima come sempre,
    un bacione
    simo

  7. Si alla fine è praticamente impossibile reperire gran parte degli ingredienti astrusi che sarebbero necessari leggendo le ricette…e ti dirò che la versione "europeizzata" mi ispira anche molto di più :)

  8. sai che il pollo non lo mangio ma la cucina orientale affascina moltissimo anche me! il libro di cucina brasiliana lo guardo e riguardo prima o poi mi deciderò anche io di fare qualche ricetta omettendo gli ingredienti qui introvabili!mi sembra molto appetitoso però aspetto una versione senza carne. kisses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.