Istria blu – Si riparte con i sapori del mare

La fase verde del nostro contest “I Love Istra” si è appena conclusa, (dateci solo qualche giorno di tempo per scegliere il vincitore), ed eccoci pronte a partire con la fase blu. E voi siete pronte???
La fase blu è incentrata su piatti di mare. La prima città visitata durante il nostro viaggio in Istria è stata Rovigno, bellissima cittadina sul mare dove esiste il primo eco-museo istriano “La Casa della Batana”!! La Batana (tipica imbarcazione rovignese dal fondo piatto) rappresenta il simbolo di questa città che profuma di sapori e odori esalati dalla resina del legname con cui viene fabbricata, all’inconfondibile sapore salmastro del mare, all’odore gradevole e forte del pesce fresco. La cui cucina è ricchissima di pesce e basata su piatti preparati con il pescato caratteristico per i “masteri” di pesca praticati con la batana.
Le ricette proposte sono semplici, trasmesse da generazione a generazione sia nelle cucine di casa che nelle gite in mare. Sono semplici per ingredienti e facili da preparare , ma sanno valorizzare i sapori genuini e naturali del pesce, e dei crostacei alimenti protagonisti tipiche non solo di Rovigno ma di tutta l’Istria per la sua caratterizzazione adriatico-mediterranea.
Ecco le ricette da ricreare:

 
Pljukanci: Pasta fresca affusolata tipica istriana. Si fa un impasto con acqua e farina (a piacere si può unire un uovo su un chilo circa di farina), si formano delle palline di impasto che si fanno poi scorrere tra i palmi delle mani in modo da ottenere dei salamini affusolati. Si condiscono spesso con un sugo di scampi, di vongole, di molluschi o con il granchio. Nella foto sono preparati con delle vongole locali e con gli asparagi selvatici…aspettiamo le vostre versioni!!
Umak: Non è altro che il nostro “guazzetto”, sugo preparato con soffritto di aglio, prezzemolo, ottimo olio extravergine e vino bianco al quale si aggiungono molluschi: calamari, seppie ma anche vongole, cozze. Si fa anche con gli scampi o il granchio in questo caso viene chiamato “Buzara” e si accompagna con la polenta (classica o grigliata) oppure con le patate, ma si può pensare anche al riso o a quanto secondo voi ci può stare bene.

Rizot sa rakovicana: ovvero Risotto con Le Grancevole 
E’ il risotto con polpa di granchio preparato facendo soffriggere la cipolla e l’aglio nell’olio, aggiungere la polpa di granchio e  sfumare con vino bianco. Aggiungere la polpa di pomodoro e cucinare per 7-8 minuti, poi aggiungere il riso e lasciare cuocere aggiungendo brodo quanto basta. Volendo si può preparare anche senza il pomodoro.Spolverizzare con prezzemolo fresco a altra spezia o erba aromatica. 
Un po’ di regole:

– Non valgono  ricette postate prima del 1 giugno 2012
– Ogni partecipante dovrà inserire il banner del contest sia nel post che nella home page del proprio blog e dovrà linkare i nostri blog e il sito dell’ Ente Turismo Istra che sponsorizza il contest
– Alla fine di ogni fase sarà selezionata una ricetta vincitrice che sarà premiata con alcune tipicità istriane mentre alla fine delle due fasi ci sarà un vincitore supremo che si aggiudicherà un week-end in Istria, gentilmente offerto dall’Ente Turismo Istra.
Vi aspettiamo numerosi in questa fase visto che si parla di mare ed andiamo incontro all’estate.
Per chi si è perso la fase verde e per tutti ricordiamo il regolamento 
ISTRA BLU:
– La fase blu, come quella verde, prevede tre ricette, i partecipanti possono decidere di partecipare con una o più proposte (tre proposte al massimo, una per ricetta)
– L’obiettivo principale del contest è quello di diffondere la conoscenza della cucina istriana pertanto si tratta di riprodurre le ricette proposte personalizzandole senza tuttavia snaturare il piatto stesso con l’aggiunta di ingredienti diversi da quelli presenti nel territorio
– Il contest è rivolto solo a chi possiede un blog

– Chi partecipa alla fase blu dovrà postare la ricetta scelta entro il 30 giugno alle ore 24.00 e dovrà lasciare il link come commento a questo post.

Vi aspettiamo numerosi!!

I partecipanti della fase blu

1) Umak – Gnocchi e guazzetto di Pici e Castagne
2) Pljukanci allo scoglio di Il Bosco di Alici
3) Umak di Farina, lievito e fantasia
4) Pljukanci di Cucina e dettagli
7) Pljukanci e friggitelli di Pici e Castagne
8) Risotto alla granseola di My taste for food
9) Riso venere con polpa di granchio e mazzancolle di Essenza in cucina
10) Umak con coroncine di riso allo zafferano di Murzillo Saporito
11) Umak di Cocogianni o Cuocogianni?
12) Pljukanci con scampi e pesto al prezzemolo di Acqua e farina
13) Umak di In cucina con gioia
14) Umak con penne risottate di La cucina di Nonna Papera
15) Rizot sa rakovicana di Cucina e Dettagli
16) Umak di Cucina e Dettagli

21 commenti su “Istria blu – Si riparte con i sapori del mare

  1. Ciao Ambra.
    Sarò lieta di partecipare anche alla fase blu ;) e poi i piatti di pesce mi ispirano particolarmente.
    Complimenti per la foto dell‘MTC.
    A presto.
    Mari

  2. ciao Ambra che piacere conoscerti, una cucina di mare e un mare da sognare, meravigliosa Istria, io sono di Venezia anche se abito a Mogliano Veneto e quindi capirai che piacere è stato averti trovata, e parlare della nostra cucina dell'Adriatico !!! amo cucinare il pesce, e nel mio piccolo blog le metto spesso, anche se ci sono da poco tempo. ti seguo volentieri e se ti va passa a trovarmi
    ciao a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.