Crostata con panna cotta di Martha Stewart

Buon venerdì! Oggi interrompiamo la nostra carrellata natalizia per fare posto al 3° appuntamento con le ricette di Martha Stewart e con il suo libro “Scuola di Cucina”. Continuo a consigliarvi caldamente l’acquisto di questo libro (QUI) che per me si sta rivelando davvero ricco di spunti e di consigli preziosissimi. Ma veniamo alla ricetta, questa volta si tratta di un dolce davvero semplice ma al contempo squisito e raffinato. Un guscio di pâte sucrée che contiene una morbidissima e squisita panna cotta al gusto di vaniglia. Una vera poesia. Martha Stewart consiglia di servirla con della frutta lasciata riposare un po’ prima in zucchero e limone, io ho optato per i frutti di bosco in purezza, mi piaceva l’idea di contrastare la dolcezza della panna cotta con l’acidità dei frutti di bosco. Per di più Martha usa uno stampo rettangolare (come vedrete indicato nella ricetta), io purtroppo non sono ancora riuscita a mettere le mani su quello stampo che desidero davvero molto per cui ne ho utilizzato uno rotondo e devo dire che il risultato è comunque bello…non trovate?

Ingredienti:

Per la crosta

  • farina, per spolverare
  • ½ dose di pâte sucrée preparata con (ingredienti per 1 dose): 2½ cups (290 g) di farina 00, 3 cucchiai di zucchero, ¾ di cucchiaino di sale, 225 g di burro freddo, tagliato a pezzetti, 2 tuorli grandi, leggermente sbattuti, ¼ cup (i70 ml) di acqua ghiacciata, più altra se necessario

Per la panna cotta

  • 1 cucchiaino di gelatina vegetale in polvere
  • 3 cucchiai di acqua fredda
  • ¾ cup (210 ml) di yogurt bianco intero o latticello
  • ½ cup (70 ml) di panna
  • 3 cucchiai di zucchero
  • ¼ di cucchiaino di sale grosso
  • 1 baccello di vaniglia, aperto per il lungo
Per decorare
  • Frutti di bosco
Preparate la pâte sucrée Mescolate la farina, lo zucchero e il sale nel robot da cucina (o fatelo a mano in una ciotola). Incorporate il burro Unite il burro. Lavorate finché il composto sembra una farina a grana grossa, per 10-15 secondi; i pezzetti di burro dovrebbero essere di 3 mm o meno, non dovrebbero restare pezzi grandi come piselli. In alternativa incorporate in fretta con un pastry blender o con la punta delle dita.
Incorporate i tuorli Unite i tuorli e mescolate (o sbattete con la forchetta). 
Aggiungete l’acqua Con il robot in funzione, aggiungete l’acqua ghiacciata a filo finché l’impasto sta insieme. Non lavorate per più di 20 secondi; controllate fermando il robot e schiacciandone un po’ tra le dita. Non aspettate che l’impasto si compatti nel robot. (Se mescolate a mano, aggiungete lentamente l’acqua e sbattete con la forchetta finché il composto sta insieme.)
Formate, avvolgete e raffreddate Dividete l’impasto a metà e formate dei rettangoli o dei dischi, a seconda della forma della tortiera. Avvolgeteli nella pellicola e mettete in frigo per almeno 1 ora (o tutta la notte). La pâte sucrée si può surgelare per 1 mese; scongelatela per una notte in frigo prima di usarla.
Stendete e raffreddate l’impasto Stendete l’impasto su un piano leggermente infarinato in un rettangolo di 3 mm di spessore (18 x 43 cm circa). Trasferitelo in una tortiera per crostate scanalata rettangolare di 10 x 35 cm con il fondo removibile, sistemandolo con delicatezza sul fondo e lungo le pareti. Rifilate l’impasto che fuoriesce dalla tortiera passandoci sopra con il mattarello. Bucherellate il fondo con una forchetta (per evitare che si gonfi in cottura). Mettete in frigorifero finché è freddo, per 1 ora circa.
Cuocete a vuoto Scaldate il forno a 190 °C. Coprite il guscio freddo con la carta da forno e riempitelo con i pesi da forno o i fagioli secchi. Infornate finché inizia a colorirsi intorno ai bordi, per 20-25 minuti. Togliete carta e pesi, rimettete in forno e cuocete finché il centro è dorato e asciutto, per altri 12-15 minuti (coprite i bordi con la carta stagnola se si scuriscono troppo in fretta). Fate raffreddare su una griglia. Tirate fuori il guscio dalla tortiera e mettetelo su una teglia da forno. Preparate il ripieno di panna cotta Cospargete la gelatina sull’acqua fredda in una ciotolina. Aspettate che si ammorbidisca (e assorba tutta l’acqua), per 5 minuti (così la gelatina si scioglie meglio nella panna calda). Mettete lo yogurt in una ciotola media e sbattetelo per disfare i grumi. Mettete la panna, lo zucchero, il sale e il baccello e i semi di vaniglia in un pentolino. Appena prima che prenda il bollore abbassate la fiamma. Eliminate il baccello. Incorporate la gelatina ammorbidita nella panna, sbattendo su fuoco basso finché è completamente sciolta. Versatela attraverso un colino fine (per rimuovere eventuali pezzetti di gelatina) nello yogurt, poi mescolate. Versate la panna cotta nel guscio raffreddato e mettete in frigo finché è solida, per almeno 2 ore (o per tutta la notte, coperta).
Decorate e servite Distribuite sulla crostata i frutti di bosco freschi e servite.

7 pensieri su “Crostata con panna cotta di Martha Stewart

  1. Saparunda

    Era da un bel po' che non passavo a trovarti!!
    Questa crostata è di una bellezza e delicatezza quasi uniche! Complimenti!
    Anche io sono alla ricerca di uno stampo rettangolare…se lo trovi fammi un fischio! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *