Frangipane profumata alle more selvatiche e confettura di pesche

Allora…ve l’avevo promessa la ricetta con le more selvatiche sì o no??? Vi avevo promesso che vi avrei deliziato con le more raccolte nel bosco lo scorso week-end e così è stato! Che non mi si dica poi che non sono una di parola!!:)) 
Non è un mistero ormai che io ami alla follia le torte da forno, credo che nel mio blog ce ne sia una vera e propria raccolta! Tra le torte da forno poi, le crostate ricoprono un posto davvero d’onore e non è affatto sconosciuto ai più che io adori la torta frangipane!
Questa volta la versione è molto semplice, l’obiettivo era sentire il sapore delle morette e il risultato è stato a mio parere delizioso. Eccovi quindi questa torta fragrante e ricca, ottima come merenda ma anche per finire una cena…basta aggiungervi un ciuffo di panna o una pallina di gelato alla vaniglia e servirla tiepida…mmmm….non aggiungo altro. Buon week-end!!! Chissà che anche questa settimana il bosco mi riservi e vi riservi qualche sorpresa….
La lista della spesa (per una tortiera da 24cm):
Per la pasta frolla:
– 200g di farina 00 (debole)
– 100g di zucchero semolato
– 100g di burro
– 1 uovo
– 1 pizzico di sale
– qualche goccia di estratto naturale di arancia (o la scorza di mezza arancia)
– qualche goccia di estratto naturale di limone (o la scorza di 1 limone)
Per la crema frangipane:
– 100g di farina di mandorle (o mandorle pelate)
– 100g di burro appena ammorbidito
– 100g di zucchero semolato
– 1 uovo
– 30g di fecola di patate/maizena
– la scorza grattugiata di 1 limone
Per farcire e decorare:
– more selvatiche (circa 300g)
– Confettura di pesche
– Gelatina di albicocca per lucidare
1) Preparare la frolla: Lavorare il burro freddo a tocchetti con la farina, il sale e lo zucchero fino ad ottenere un composto sbriciolato, aggiungere l’uovo leggermente sbattuto ed incorporarlo velocemente al composto insieme agli aromi. Formare una palla, metterla nella pellicola e riporla in frigorifero per un’ora circa.
2) Stendere la frolla in uno strato sottile e foderarvi una tortiera (meglio se col fondo amovibile) precedentemente imburrata ed infarinata. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e sistemarvici sopra un foglio di carta forno con dei fagioli a coprire tutta la superficie della tortiera. Infornare a 180° per circa 10 minuti, quindi rimuovere i fagioli e la carta e infornare nuovamente per altri 5 minuti circa.
3) Nel frattempo preparare la crema frangipane: Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungervi l’uovo leggermente sbattuto e la scorza di limone sempre lavorando con lo sbattitore, incorporare la farina di mandorle (o le mandorle precedentemente tritate finemente nel mixer con un paio di cucchiai di zucchero) poco per volta e la fecola (o maizena), continuando a montare.
4) Distribuire la confettura sul fondo della torta a creare uno strato di circa mezzo centimetro, sistemarvici sopra le more, coprire con la crema frangipane livellandola bene con una spatola a coprire tutti gli spazi e a formare uno strato omogeneo e infornare a 180° per circa 20/30 minuti, finchè non sarà ben dorata e croccantina in superficie ma morbida al taglio. Lasciare raffreddare. Scaldare la gelatina di albicocche e spennellare la superficie della torta rendendola lucida. Servire.

16 commenti su “Frangipane profumata alle more selvatiche e confettura di pesche

  1. Stavo giusto cercando una torta un po' particolare ma anche "semplice" per domenica. Se trovo le more la faccio. Con le more vanno bene anche altri tipi di confettura o è meglio quella di pesche? ciao ciao. Manu

    1. Certo, cara Manuela, il segreto della torta frangipane è che puoi spaziare con tutti i ripieni e tutti gli aromi che vuoi, con la certezza che il risultato sarà sempre strepitoso! Fammi sapere che confettura scegli…un bacione!

  2. Che belle le foto delle more! E' da un sacco che non ne mangio una selvatica, quando ero piccola mi ricordo che andavo sempre a cercarle con i miei genitori, poi purtroppo l'usanza si è persa… mi piacewva tornare a casa con le dita sporche di nero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *