La vera torta di nocciole delle Langhe

Come gran finale per questa settimana dedicata ai dolci da forno ho questa chicca, vi dico solo che le nocciole (soprattutto quelle buone) sono in cima alle mie preferenze gastronomiche…quindi ADORO questa torta!! La ricetta l’ho avuta in dono direttamente dalla Confraternita della nocciola di Langa durante la kermesse “La Nocciola in Tavola”, nella splendida location del Relais Villa d’Amelia tra le colline delle Langhe. A novembre, ho avutro modo, per la seconda volta, di partecipare a questo appuntamento a cui tengo molto. E’ davvero suggestivo vedere tanti Chef stellati all’opera per declinare la nocciola in mille creazioni strepitose!! Spero di tornarci anche quest’autunno, ogni volta che dal finestrino dell’auto comincio a vedere i filari e le colline delle Langhe mi sento bene…è terapeutico per me…proprio come il profumo del tartufo o il sapore delle tonde gentili!!!
E ora la ricetta…provatela e poi fatemi sapere!!
Baci a tutti e buon week-end!
La lista della spesa:
– 350g di nocciole I.G.P. Piemonte sgusciate e tostate
– 150g di burro
– 250g di zucchero
– 100g di farina
– 3 uova
– un pizzico di sale
– una bustina di lievito
1) Tritare le nocciole finemente e miscelarle con lo zucchero, la farina e il lievito.
2) Ammorbidire l’impasto con i tuorli delle uova leggermente sbattuti, il burro fuso, il pizzico di sale e, per ultimi, gli albumi montati a neve.
3) Lavorare il composto delicatamente e sistemarlo in una teglia imburrata ed infarinata (26cm).
4) Cuocere in forno a 200° per 35-40 minuti. Fare raffreddare e servire con un buon bicchiere di moscato d’Asti!

21 commenti su “La vera torta di nocciole delle Langhe

  1. Una torta rustica ma assolutamente di mio gusto per una splendida colazione oppure merenda. Mi ispira tanto e la proverò sicuramente! Buon week-end :-)

  2. Questa torta l'ho mangiata al salone del gusto e mi è piaciuta molto. Neanche ho provato a cercar la ricetta originale. Senza fatica mia eccola qua…non mi resta che farla. Grazie !

  3. Complimenti, fantastica…. ma siccome la gola è gola, ci ho voluto abbinare una crema di zabajone e mascarpone… ,)) giusto per ingrassare un po' di più….

  4. ciao, sono astigiana di origine, ma vivo in toscana da più di 10 anni ormai.
    I miei genitori hanno una casa nelle Langhe e quando ero piccola ci recavamo tutti i fine settimana. Ora ci porto la mia piccola, anche se con meno frequenza.
    Adoro la cucina langarola, soprattutto la torta di nocciole!
    Oggi voglio prepararla seguendo la tua ricetta!
    grazie per questo splendido momento dedicato alla "mia" memoria…
    tiziana nidodilana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *