Come ti declino le scaloppine…

Questo mese la sfida dell’MTC, lanciata da Elisa, è proprio nelle mie corde! I secondi di carne sono tra le pietanze tra cui mi sento più preparata e che amo maggiormente  per cui, animata da ispirazione, ho deciso di proporre due versioni, a voi la scelta! Attenti però a rispettare il procedimento per preparare una scaloppina da urlo insegnato da Elisa…e la scaloppina non sarà più la stessa!
Scaloppine di vitello allo Chardonnay e erbe aromatiche con mignon alla griglia
La lista della spesa:
– 3 fette di vitello per scaloppine
– farina
– 1/2 bicchiere di Chardonnay
– brodo di manzo q.b.
– 1 mazzolino di erbe aromatiche (io timo, maggiorana, prezzemolo, rosmarino e menta)
– 1/2 spicchio d’aglio
– burro q.b.
– pomodorini, zucchini piccoli e champignon non troppo grossi
1) Pulire e lavare i pomodorini, i funghetti e le zucchine, tagliare queste ultime a fettine sottili per la lunghezza e grigliarle su una piastra rovente alcuni minuti per lato finchè non saranno pronte, mettere da parte.
2) Fare scaldare una noce di burro in una padella poi aggiungere le fette di vitello precedentemente battute e infarinate e lasciare rosolare a fiamma viva alcuni minuti per lato finchè non saranno dorate, regolare di sale e mettere da parte
3) Procedere quindi alla preparazione della salsa deglassando, sempre nella stessa padella sulla fiamma, il fondo di cottura con lo Chardonnay, lasciare evaporare leggermente e con un cucchiaio mescolare cercando di staccare dal fondo tutti i succhi coagulati della cottura della carne. A questo punto aggiungere il brodo, circa 1 mestolo, e una noce di burro, fare ruotare la padella per amalgamare il tutto e continuare a mescolare sulla fiamma affinchè la salsa si raddenserà fino a velare il cucchiaio.
4) Filtrare la salsa e versarla sulle scaloppine che saranno state rimesse in padella, fare insaporire bene la carne con la salsa, aggiungervi un trito di erbe aromatiche e aglio preparato in precedenza, regolare di sale e servire insieme alle verdure grigliate condite con un filo d’olio, sale e trito di erbe
Scaloppine di maiale all’acquavite con ciliegie e patate rosse di montagna

La lista della spesa:
– 3 fette di lonza di maiale
– farina
– 1 bicchierino di acquavite
– brodo di manzo q.b.
– 250g di ciliegie
– burro q.b.
– sale e pepe
– 6 patatine rosse piuttosto piccole

1) Lessare le patate in abbondante acqua bollente salata, fare raffreddare, spelare e mettere da parte. snocciolare le ciliegie tagliate a metà e mettere da parte.
2) Fare scaldare una noce di burro in una padella poi aggiungere le fette di maiale precedentemente battute e infarinate e lasciare rosolare a fiamma viva alcuni minuti per lato finchè non saranno dorate, regolare di sale e mettere da parte.Buttare in padella le ciliegie e farle saltare velocemente finchè no n rilasceranno un po’ di sughetto, mettere da parte.
3) Procedere quindi alla preparazione della salsa deglassando, sempre nella stessa padella sulla fiamma, il fondo di cottura con la grappa, lasciare evaporare leggermente e con un cucchiaio mescolare cercando di staccare dal fondo tutti i succhi coagulati della cottura della carne. A questo punto aggiungere il brodo, circa 1 mestolo, e una noce di burro, fare ruotare la padella per amalgamare il tutto e continuare a mescolare sulla fiamma affinchè la salsa si raddenserà fino a velare il cucchiaio.
4) Filtrare la salsa e versarla sulle scaloppine che saranno state rimesse in padella, fare insaporire bene la carne con la salsa, regolare di sale e di pepe e servire con ciliegie e con le patate tagliate a fette e saltate in padella a fiamma alta con un po’ di burro e sale.

20 commenti su “Come ti declino le scaloppine…

  1. Già il titolo mi ha ben disposto… e il seguito, mi a lasciato una specie di paresi sul volto, che è un sorriso di soddisfazione che inizia e non finisce. Non immaginavo questa tua passione per la carne, ma ora che vedo queste scaloppine non posso che rallegrarmene. Al solito, una cura dei dettagli che commuove. E' sempre un piacere, passare di qui. Grazie ancora
    ale

  2. wow, due ricette in un singolo post! ed entrambe golosissime! vado matta per i secondi di carne e queste combinazioni sono davvero intriganti. La prima con lo chardonnay, la seconda con l'accostamento del dolce al maiale che penso sia un connubio perfetto. brava brava!! e in bocca al lupo per il contest!
    giulia

  3. Cara Ambra, e come si fa a scegliere fra le due? Io mangerei entrambe le versioni! :D
    Splendide le prime con quel trito di erbe, di cui mi arriva il profumo fin qua (è possibile?), con questo contorno così particolare e una presentazione elegantissima.
    Le seconde con ingredienti che si sposano perfettamente tra loro in una meravigliosa armonia di sapori e di colori.
    Sempre bravissima! :*

  4. Due proposte amica mia una piu deliziosa dell'altra davvero spettacolari,non saprei quale scegliere…non mi resta che provarle entrambe!!!Ambra ti voglioooooooooo beneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!Bacioni,imma

  5. Ciao tet..a mia,come va??Ti vedo impegnata a destra e manca,non preoccuparti so che mi "AMI"ahahaah….Ti voglio bene anch'io tesoro bello e goditi questi momenti,io intanto mi godo queste scaloppine,che mai hanno subito declinazione migliore!!!Un bacio ciù ciù,"si troppa fresca"!!

  6. Ho appena commentato delle altre scaloppine dove cera anche lì della frutta, ed è che l'abbinamento carne/frutta mi piace da matti! Ma vedendo queste due regali ricette… mi sorge un dubbio:
    Quale è la pietanza con la quale non ti senti preparata? Io scommetto "nessuna"!
    E scommetto che il sapore di quelle ciliegie insieme alla carne sarà esplosivo per il palato!

    besitos

  7. Ottime entrambe le versioni, sia di vitello che maiale, tutte e due da menù di ristorante… Ed io però ordinerei quella con le ciliegie perchè mi intriga proprio! :) complimenti!

  8. Declinazione riuscita!!!!le tue ricette mia cara sono sempre originali e presentate alla grande!! Riusciresti a rendere appetitosa pure una scarpa!!!!! e non è da tutti!!! Sei sempre la mejo…baci sorellina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *