Zuppa d’autunno e Il gattocurioso

Che belli questi colori autunnali, anche adesso che comincia a fare freddo mi stupisco ad osservare le foglie colorate d’oro e di rame che coprono le aiuole vicino a casa mia…vivendo in campagna è più facile godersi questo spettacolo e venire rapiti dalle pennellate ocra, brunite, rosse, gialle e…beh…che meraviglia!
Mi è proprio venuta voglia di catturare tutto questo e di portarmi nel piatto i colori e i sapori dell’autunno concentrati in una super zuppa ricchissima di gusti!
Anche voi come me amate le zuppe? Allora dovete provare questa, contiene anche zucca e castagne…vi dice niente?? Ma certo…la mia Piccola bottega di campagna…vi ricordate che c’è tempo fino al 20 per partecipare?? Ci siamo quasi…vi aspetto!!
Zuppa d’autunno
La lista della spesa:
– 1 fetta piuttosto piccola di zucca rossa o Mantovana
– 1 cipolla grossa
– 1 patata un po’ grossa
– 2 cucchiai abbondanti di funghi porcini secchi
– 10/15 castagne belle grandi
– 250g di cereali pronti per zuppa
– 100g di pancetta in un unica fetta
– 2 tazze abbondanti di brodo di manzo
– 1 bicchiere di vino bianco secco
– olio evo
– sale e pepe nero
1) Mettere i funghi in acqua tiepida per 20 minuti circa per farli rinvenire. Nel frattempo mondare la zucca, le castagne (pulirle anche della pellicola interna), la patata e la cipolla e tagliare tutto a cubetti piccoli piccoli
2) In una casseruola (io ho usato una bellissima casseruola in ghisa Le Creuset), scaldare 2 cucchiai d’olio e farci soffriggere la cipolla per qualche minuto senza farla brunire, quindi aggiungervi zucca, castagne e patate e lasciare insaporire alcuni minuti
3) Tagliare la pancetta a cubetti piccolini ed aggiungerla al soffritto ricordandosi di tenere la fiamma bella alta, quindi sfumare il tutto con il vino bianco
4) Una volta evaporato il vino aggiungere i funghi con la loro acqua di vegetazione, il brodo ed eventualmente allungare con acqua e portare ad ebollizione
5) Unire la zuppa di cereali e far cuocere lentamente seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, regolare di sale
6) Servire con del pane casereccio tostato, un filo d’olio buono e una macinata di pepe nero
Casseruola in ghisa Le Creuset 
Volevo presentarvi la bacheca del Gattocurioso…che cos’è? Siccome il gattoghiotto è diventato un po’ giramondo (vedi reportage del Merano WineFestival) ho pensato di inserire uno spazio nel mio blog dedicato proprio agli Eventi a cui parteciperò e che poi vi racconterò nei post…mi sembrava carino farvi sapere in anticipo i miei spostamenti…è anche un modo per informarvi su quello che accade attorno al food!

29 commenti su “Zuppa d’autunno e Il gattocurioso

  1. Questo e' il tipo di zuppe che piacciono a me, e mi piace anche la tua pentola!!! Vorrei anch'io una pentola bianca, non si trovano facilmente, almeno qui dove sono io!

    Ciao
    Alessandra

  2. Adoro le zuppe e con questo freddo fa proprio piacere una bella zuppa calda per cena. Questa zuppa deve essere super, mi sembra di sentirne il profumo da qui.
    Complimenti per la foto….bellissima!

  3. Zuppa sicuramente saporita vista la lista di ingredienti. Che carina la bacheca con i "food-incontri" e per una smemorina come me è proprio quello che ci vuole ;-)

  4. Ma che foto meravigliosaaaaa…… sembra di essere in un bosco. Zuppa ancora più bella della foto e tu sei sempre più brava! baciii

  5. e brava zia giramondo!!1sai che anche io ho la fissa delle foglie? e mi piace oltre che guardarle raccoglierle tutte così colorate?!le fotograferei sempre ma penso di essere presa per matta!!!meno male che qualcuno mi capisce.ottima zuppa e a me piacciono molto!

  6. la zuppa la adoro!!! sai che oggi in viaggio pensavo anche io ad una sorta di lavagna degli eventi..dato che ultimamente sto più fuori che dentro casa!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *