A carnevale ogni scherzo vale…

Non ho mai amato il carnevale, da bambina non mi piaceva andare alle sfilate dei carri…per me voleva dire coriandoli in bocca e qualche caramella che partiva dal carro e mi arrivava dritta dritta in fronte…chissà poi perchè sempre a me??!!…La cosa non è per nulla cambiata crescendo…con l’avvento della schiuma spray vi lascio immaginare la mia gioia quando tornavo a casa con i capelli completamente appiccicati!!! L’unica cosa bella del carnevale era sentire l’odore delle bugie e delle frittelle che i miei nonni preparavano puntualmente (naturalmente sto parlando del mitico nonno Picchio e di mia nonna Argenta), il profumo iniziava dalle scale e si spandeva in casa come un caldo abbraccio…so che qualcuno non ama il fritto ma a me quell’odore evoca giornate felici e aria di festa!! Così anche io cerco di fare lo stesso per la mia famiglia e per i miei bimbi ma puntualmente ogni anno, presa dalla voglia di sperimentare nuove ricette, mi ritrovo con delle sorprese…vedi qui…che però alla fine si rivelano comunque mooolto buone anche se un po’ diverse dall’idea iniziale!! Queste ad esempio dovevano essere delle ciambelle ma a questo punto vi chiederete e il buco dov’è?? Ok, non c’è o almeno non c’è più…in qualcuna era visibile una mini fessurina…l’impasto doveva venire più compatto ma forse per il fatto che le mie uova erano particolarmente grandi è venuto troppo morbido per essere lavorato a mano per cui ho fatto come per le zeppole di San Giuseppe, ho creato delle ciambelline con la sache a poche su dei quadrati di carta da forno che ho immerso in olio bollente…il buco magari non c’era ma il risultato era comunque ottimo!! Ecco la ricetta con qualche consiglio e…buon carnevale a tutti!!!
Frittelle di patate al miele
La lista della spesa:
– 350g di farina
– 400g di patate lessate tiepide
– 1,5 dl di latte
– 2 uova (non troppo grosse…meglio piccoline)
– il succo di mezzo limone
– 25g di lievito di birra
– 30g di zucchero (rifacendole io ne userei 50g perchè le ho trovate troppo poco dolci)
– miele di acacia q.b. (io ho usato il miele di bosco)
– olio per friggere
– confettini colorati
– un pizzico di sale
1) Disporre la farina a fontana mescolata allo zucchero e al sale, al centro versarvi il latte tiepido in cui sarà stato sciolto il lievito, lavorare fino ad ottenere una pasta omogenea (io ho cercato di lavorare l’impasto energicamente e a lungo in modo da attivare meglio la lievitazione).
2) Incidere la massa con un taglio a croce e mettere a lievitare al caldo per un ora circa finchè non sarà raddoppiata di volume.
3) Stendere la pasta sulla spianatoia e disporre al centro le patate pelate e passate al passapatate e le uova, lavorare il tutto finchè l’impasto non risulterà liscio ed omogeneo.
4) Dividere il composto in palline grandi come delle albicocche e ricavarne delle ciambelline, coprirle con un canovaccio e farle lievitare ancora una mezz’ora. 
N.B. Il mio impasto qui è venuto molto morbido per cui mi sono servita di una sache a poche per porzionarlo in ciambelle su quadrati di carta forno, ho lasciato poi lievitare ancora 30 minuti).
5) Friggere le ciambelle poche alla volta in abbondante olio caldo, circa 2 minuti per lato. Mettere su una gratella, irrorarle con il miele tiepido scaldato con il succo di limone, cospargere con i confettini colorati e servire.
Con questa ricetta partecipo al contest di Francesca 

64 commenti su “A carnevale ogni scherzo vale…

  1. Le mie papille gustative stanno sfrigolando e non sò cosa darei per mordicchiare tutto dell'ultima immagine.
    Non posso che amare anch'io il tuo Carnevale ;-)

  2. no, piccolina, però fa sorridere immaginarti martoriata dalle caramelle. Ma non andavi a Ivrea a farti tirare le arance, vero? Queste "ciambelline" sono golosissime, io non amo friggere in casa mia, ma se me le portano già pronte… lo so, non dovrei! :-P

  3. Belle Ambrucciaaaaaaaaaa!:D
    Mi dispiace che i tuoi ricordi con il carnevale siano così tragici! :P
    però il dolcetto di carnevale è una meraviglia!^_^

  4. anche io non ho mai amato il carnevale in nessuna maniera e nenahc edal punto di vista culinario perchè mi ha mamma è sempre stata una frana a fare le frittelle!

  5. Ma sai che il carnevale non piace nemmeno a me.. per gli stessi tuoi motivi fra l'altro.. e ci metterei pure la vergogna che provavo quando vedevo tutti gli altri bambini "mascherati" e io invece niente.. mia madre non mi ha mai comprato un vestito… da allora il carnevale per me potrebbe anche non esistere.. non fosse per qualche prelibatezza da slurpare!! Che belle queste frittelline… gnam!

  6. Bello!!!!! Con queste ciambelline riesci a mangiarti anche il buco! Hai detto niente!!!!
    Grande Ambra…. sei fantastica come sempre!
    Un abbraccio
    PAola

  7. Non dovrei dirlo ma quando mi passavano i carri vicino mi riparavo dietro Giorgia ^_^ che mamma coraggiosa ma ho la tua stessa fortuna nell'essere centrata in fronte dalle caramelle!
    Frittelle perfette anche con fessurina :D
    Buona giornata

    Sonia

  8. tesoro con il buco o senza queste ciambelle sono spettacolari golosissime e festose!!!!per il carnvale dai 3 ai 10 manni lo odiavo poi ho iniziato ad amarlo e adesso mi è indifferente anche se ovviamente festeggio per i miei bimbi!!!tvbbbbbbbbbbbbbbb,imma

  9. ma che belle che sono!!!! invece a me il carnevale piaceva un sacco ora non è più il mio tempo ma mi divertivo a creare le scenografie per i carri, a inventare i vestiti che bei tempi :-) splendida questa ricetta e mi hai fatto ricordare cosa preparare per giovedì grasso :-)

  10. io non amo i dolci fritti, ma a carnevale ci stanno!
    penso che i coriandoli li abbiamo mangiati tutti, una volta mi hanno sparato la schiuma negli occhi! che bambini prepotenti :( sgrunt!
    :)

  11. Ambraaaaaa…..lì per lì ho pensato a delle golosissime frittelle di mele che io adoroooo, poi ho letto patate e la mia testa ha subito associato la parola "morbidose" e dal profondo ho sentito la voce di Homer Simpson che saliva e gridava "Frittelleeeeeeee"…

  12. Anche se il fritto lo faccio raramente però, come te, ho ricordi molto belli legati ad esso e al mio carnevale di bambina! E queste frittelle sono uno spettacolo anche con una mini fessurina!! Bacione

  13. Oh non sono l'unica allora, anche io mai amato il Carnevale, né da piccola, figuriamoci ora :-p e friggere proprio non mi entusiasma…
    Però che buone le ciambella!

  14. lo dice anche il proverbio..non tutte le ciambelle riescono col buco. Ma anche senza buco sembrano ottime, e anche io adoro il fritto! Ora non è più di moda, ma a me continua a piacere…e il carnevale, a non piacere, come a te!
    Ciao
    cinzia

  15. che bello!!!!sei riuscita a fare delle ciambelle senza buco per me :)))) appena torno dalla thailandia le provo ^_^ Grazie per il post! adesso ti aggiungo, un bacione!

  16. Proprio poco fa su fb mi lamentavo del fatto che non ho assaggiato nemmeno una chiacchiera quest'anno …..
    Le frittelle con le patate sono morbidissime, anche se si gustano non caldissime .D

  17. Ciao cara, vedo che anche a te capita di trasformare le ricette in corso d' opera!!! Secondo me è molto creativo, basta che poi il risultato ti soddisfa!!
    Queste sono ottime anche senza il buco…te l' assicuro!!! Un bacio…

  18. Oggi ho visto parecchi dolcetti di carnevale assolutamente nuovi per me. Anche questa ciambelline con le patate devono essere fantastiche. Io li proverei tutti, ma come si fa? Saranno sicuramente deliziosamente buoni :D
    E la bellezza è sotto gli occhi di tutti.
    Un bacione!
    Smack

  19. Anche io non sono mai stata una grande amante del carnevale…mi vergognavo un sacco ad andare in giro mascherata. Sai che credo di non aver mai mangiato in vita mai delle ciambelline dolci alle patate?

  20. Mai amato il carnevale: come il circo, capodanno e altre feste…mi fa una gran tristezza! Ma le frittelle…..:) e queste tue sono davvvero super!!
    Ciao e grazie per la ricetta!

  21. ambruccia bella!!!!Non tutte le ciambelle escono col buco…ma tutte (tutte!!!) a te escono buonissime!!!
    io adoro maschere & co. e proprio adesso mi sto struggendo perchè quest'anno non ho preparato niente -.-' povera me!!!

    comunque sia…carnevale se non altro è un'ottima scusa per friggere queste delizie!!! :)

    smacksmacksmack!

  22. Cara Ambra, ho appena saputo della tua vittorio nel contest di Ramona. Sono davvero orgogliosa e felice per te. Splendida ricetta e fotografia. Se troppo forte. Abbraccione e complimenti ancora,
    Pat

  23. E' da un po' che seguo il tuo blog e te lo devo proprio dire: è uno dei migliori in circolazione! Sia le ricette che prepari, sia le foto che scatti, sia il modo in cui spieghi i vari procedimenti (e gli aneddoti personali che aggiungi) sono indice di un tuo profondo amore per la cucina…complimenti davvero!! :-)))
    GG

  24. Io da piccola non aspettavo altro che il Carnevale invece per travestirmi e tirare i coriandoli! Crescendo però l'interesse per questa festa è svanito, così come per i dolci tipici del carnevale che piano piano ho iniziato a non amamre più cokome una volta…però a questi dolcetti non potrei dire di no, sembrano così deliziosi…non li conoscevo! Voglio provarli!

  25. ke belle!ke gola! paese ke vai usanze ke trovi! sn davvero belle da vedere! io credo davvero di essere l'uniche a non averle fatte ieri! :-D un abbraccio!

  26. Sono a casa di mia sorella insieme a mia mamma e mia nonna (per vedere il primo nipote principe di 3 mesi) e ho aperto il tuo blog. Tre generazioni di fronte alla tua ricetta hanno esultato con gli occhi pieni di godimento… ci siamo appuntante la ricetta! GRAZIE!

  27. queste zeppole sono deliziose e complimenti per la vittoria del contest "Frutta in pentola", Ah proposito di contest anche io ne ho indetto uno per il mio blogcompleanno . Se ti va di partecipare lo trovi sul mio blog. Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *