Profumo di pane

Pan1_ok
Da qualche tempo ho dei problemi a mangiare alimenti che contengono lievito ed in particolare lievito di birra…il giorno che ho appreso che per molto tempo non avrei più potuto mangiarli il mio umore era sottoterra anche perchè in questa categoria rientrano tutti i mie piatti preferiti!! Questo succedeva sei mesi fa circa…oggi devo dire che qualche sgarro lo faccio (non senza conseguenze…purtroppo) ma una cosa che assolutamente evito e che mi manca è lui: il pane! Così mi accontento di prepararlo per la mia famiglia e mi limito a sentire in profumo che esce dal forno e riempie la casa. Ecco la mia ricetta (Quella del pane bianco indicata sul ricettario del Kenwood Chef)

Ingredienti per una pagnotta grossa di pane o due più piccole:
– 450g di farina tipo 0
– 300ml di acqua tiepida
– 15g di lievito di birra fresco (se non ce l’ho uso quello secco in bustina e va bene lo stesso)
– 5g di zucchero
-7,5g di sale

1)Sciogliere il lievito in metà dell’acqua tiepida e unirvi lo zucchero e lasciare riposare per 15 min (se si usa il lievito secco saltare questo passaggio ed unire il lievito direttamente alla farina)
2)Mettere nella planetaria la farina con il sale, incorporarvi gradualmente l’acqua tiepida rimasta e poi piano piano il composto di acqua e lievito, lavorare finchè non si ottiene un impasto liscio e morbido
3)Impastare per circa 1 min a bassa velocità poi aumentare la velocità e continuare per altri 4 min finchè non si ottiene un impasto elastico
4)Togliere dalla planetaria e metterlo a lievitare al caldo coperto da un canovaccio umido fichè non è raddoppiato di volume (circa 1 ora)
5)Mettere nuovamente nella planetaria e sgonfiare l’impasto lavorandolo per 1 min circa
6)Lavorare la pagnotta, o , come me dividere l’impasto in due tegliette da plum cake o da pane in cassetta precedentemente oleate, e lasciare lievitare ancora 30 min
7)Preriscaldare il forno a 220° e far cuocere per 35 min o finchè il pane non abbia assunto un colore bruno-dorato
Pan2_ok

17 commenti su “Profumo di pane

  1. In casa ho anch'io mio nipote che ha vari problemi di intolleranze, ma qualche volta, dopo tanti "digiuni" riesce a mangiare, fatto da me, anche un pezzetto di pane…..con lievito naturale: Farina acqua tiepida ed un pizzicchino di sale.Lascialo stare al caldo per una notte, il giorno dopo reimpasta con acqua e farina. Non è male e non è pane azimo. Comunque sei molto brava. deny-stabbiatini.blogspot.com

  2. Ciao! Mamma che tristezza non poter piùmangiare pane e lievitati! Però se è dovuto ad un problema di saluta…allora stacci attente!
    Perfetto questo pane….ne sentiamo anche noi il profumino!
    baci baci

  3. @Virginia: l'intolleranza nel mio caso è dovutaa dei microrganismi che dall'intestino sono passati alle vie biliari ed intossicato il mio fegato…ma non sto a tediarvi con queste cose da Quark, anche perchè li ho quasi eliminati tutti e spero di tornare presto ad assaporare ciò che più mi piace!
    @Deny: Ho provato anche queste cose e anche il pane azimo ma in alcuni casi ho avuto comunque problemi…boh! Ci siamo quasi, la cura omeopatica che sto facendo sta portando grossi risultati…grazie per i complimenti. Bacio
    @Manuela e Silvia: Che bello avervi qui! grazie per essere passate…verrò presto a trovarvi. Bacio

  4. Antipatica l'intolleranza al lievito di birra. E capisco che è dura resistere al profumino di questo pane appena sfornato. Hai pensato ad usare la pasta madre? Se non te la senti di provare a farla tu, Potresti chiederne un po' ad un fornaio di fiducia. Potrebbe essere una soluzione alla tua momentanea intolleranza. Comunque il pane ti è venuto davvero meravigliosa tesoro ^_^
    Un bacione, buona serata :**

  5. Grazie mille cara…diciamo che l'intolleranza mi daanche modo di limitare un po' i carboidrati e ti posso garantire che ne ho bisogno e non poco! Buona serata anche a te! Bacio

  6. Ciao cara…veramente questo week end ho cucinato altro…tipo quelle 4 o 5 cose che posterò più avanti…sono contenta che ti piaccia il mio nuovo header…ne sono molto orgogliosa!Bacio bacio

  7. Cara Ambra,
    grazie di essere passata da me: è stato veramente un immenso piacere!
    Complimenti per il tuo pane: è meraviglioso e mi sembra di sentire il profumino dalla tua cucina!
    Cosa c'è di più bello della sensazione che ti regala il pane appena sfornato?!
    Ciao carissima, un bacione!

  8. Mi spiace leggere della tua intolleranza, ma spero tu ne stia venendo fuori..e per un pò pazienza, non si vive di solo lievito…anche se mi rendo conto che è l'ingrediente principe di parecchie cose. Questo pane è favoloso. un bacione.

  9. Stavo anch'io per proporti il lievito madre come valida alternativa, ma poi ho letto al tua risposta ….
    Sono certa che il problema si risolverà presto!
    Sei da ammirare: non è da tutti preparare bontà dal profumo inebriante sapendo di doverne fare a meno: in questo periodo sto seguendo una sorta di dieta e preparo pochissimi dolci, quasi sempre bicchierini ai quali è più facile resistere :))
    Hai un bellissimo blog :)

  10. @Alessandra: Grazie mille…io purtroppo non amo molto le privazioni in generale, poi sul cibo…sapere di dover eliminare tutto un'universo di cose ti destabilizza abbastanza…il problema è che ci si riorganizza abbastanza presto…io che speravo di dimagrire un po'!!
    @Milena: Anche io sto cercando di fare la dieta il problema sono i dolci…sono troppo golosa so che li dovrei eliminare almeno per un periodo ma…non ce la posso fare!!Grazie per essere passata di qui, mi ha fatto molto piacere…verrò presto a trovarti. Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *